Riflessioni di Alice Martinelli

1

Di recente noi ragazzi della 4A accompagnati dalla prof.ssa  Graziella Onida , abbiamo partecipato ad una conferenza che si è tenuta al PALAZZO PRIMAVERA dal titolo“SCUOLE SOLIDALI” , organizzata da alcune associazioni ONLUS di volontariato: ANCH’IO TERNI PER TERNI , PER UN SORRISO MONICA DI CARLO, SULLA STRADA . All’incontro erano presenti, oltre a noi studenti, l’assessore alle Politiche Sociali del Comune,dei simpatizzanti  e naturalmente i rappresentanti delle stesse associazioni  di volontariato .  Questo progetto mira a sensibilizzare le persone, e soprattutto noi ragazzi, sul grave problema della povertà dei bambini in alcuni Paesi del mondo, abbiamo potuto così ascoltare delle esperienze molto significative e toccanti, che ci hanno fatto riflettere . Noi   viviamo in una società CONSUMISTICA e non ci rendiamo conto che nel mondo sono tante le popolazioni che  al contrario vivono in condizioni di grande miseria e difficoltà, sia materiali che morale. I volontari hanno raccontato che nel Sud dell’India la gente abita in villaggi fatti di capanne di paglia e fango.2

3

Le famiglie sono povere  e non hanno la possibilità di garantire ai propri figli l’istruzione e un futuro dignitoso. Noi  ragazzi consideriamo l’accesso all’istruzione  qualcosa  di scontato, ma non lo è in molti Paesi

4

Alcuni ragazzi, ormai cresciuti si sono realizzati grazie all’aiuto di questi volontari e al contributo del SOSTEGNO A DISTANZA , ossia con 180 euro, versati annualmente dai benefattori ,è possibile aiutare i ragazzi a studiare e a crescere nelle loro famiglie. Personalmente ho notato, che i volontari sono persone veramente di cuore e  mettono anima e corpo in quello che fanno. Ho visto una volontaria commuoversi mentre esponeva la sua esperienza, lei ci ha trasmesso emozioni molto forti. In questa esperienza sono state prese in esame delle realtà diverse .

Spot della campagna SEMI DI VITA.mp4

Un volontario che opera in Africa ci ha spiegato , tramite un video , che i soldi servono anche per costruire delle strutture sanitarie  , ciò permette alle persone dei villaggi di ricevere delle cure essenziali  Ed è stato scioccante sapere che oggi , in alcune parti del mondo, molte persone muoiono perché non hanno la possibilità di curare anche delle banali infezioni . Un altro aspetto drammatico è la scarsezza d’acqua potabile,  per queste comunità bere o fare una doccia è un’impresa difficile.

56

So che nel mondo ancora ci sono popoli  meno fortunati di noi.Penso sinceramente che non possiamo più far finta di niente , dobbiamo riflettere impegnandoci a fare anche noi la nostra parte.7

Questa voce è stata pubblicata in Progetti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...