FIUMI E LAGHI

Lez. del 19/10/10 3E dalle lezioni della prof. Paoli

 I fiumi italiani sono prevalentemente a carattere torrentizio cioè a regime irregolare (portata d’acqua nel corso dell’anno che può essere irregolare o regolare), d’estate sono in secca, d’inverno  e autunno in piena. Quelli che scendono dalle Alpi sono alimentati dallo scioglimento dei ghiacciai, hanno regime più regolare.

Il Po ha tutto l’anno una certa portata d’acqua perché alimentato da affluenti. I fiumi appenninici sono brevi a regime irregolare quindi non sono navigabili. Tra i fiumi che scendono dagli Appennini c’è il Tevere che attraversa la val Tiberina,in Umbria, l’agropontino nel Lazio. Il Po nasce in Piemonte  dal Monviso per una lunghezza di 150 km, sfocia a delta (5 rami principali) perché l’Adriatico è un mare è poco profondo e tutti i detriti rimangono depositati alla foce. E’ un fiume pensile cioè il letto è più alto del territorio circostante e questo provoca inondazioni. Così hanno costruito gli argini di terra (terrapieni); l’ultima inondazione è del 1950 (Polesine) dove morirono 1500 persone. Oggi dove è pensile hanno costruito un doppio argine, ed è monitorato continuamente da un ente. E’ navigabile fino a Milano,a Pavia  con battelli a fondo piatto.

Altri fiumi navigabili SONO: Adige (2° fiume per grandezza), Brenta (Veneto).

I fiumi che scendono dagli Appennini non sono navigabili. Molti fiumi vengono usati per attività sportiva come il Rafting.

L’Italia è ricca di laghi ai piedi delle Alpi e sono di origine glaciale cioè occupano valli scavate dai ghiacciai dell’era quadernaria (periodi in cui si alternano periodi glaciali e periodi interglaciali ogni 26 mila anni). Questi laghi sono più profondi del Mar Adriatico: lago di Como 400m. di profondità, l. Maggiore 370, l. di Garda 370, L. Lugano una parte appartiene alla Svizzera, una parte all’Italia. Turismo lacuale.

Laghi vulcanici occupano il cratere di antichi vulcani spenti. Bolsena, Bracciano, Vico, Nepi.

Il Trasimeno è un lago tettonico, deriva dall’abbassamento del suolo, è profondo 5-6 metri rischia di scomparire e per evitare questo stanno pensando di deviare qualche ruscello per farlo entrare nel lago.

Lago di Piediluco è di sbarramento naturale, quando il Velino ha provato a scendere, ha trovato uno sbarramento di roccia di travertino ed ha depositato i detriti che al tempo dei romani, hanno reso questa zona paludosa,e Curio Dentato nel 223 a. C. ha fatto costruire il canale che ha portato alla formazione della cascata, ha eliminato la palude.

Laghi costieri si sono formati dove ci sono caste basse dove l’azione del mare ha fatto azione di sedimentazione creando cordoni di sabbia che chiudono bracci di mare (Feniglia; laguna di Orbetello, Massacciuccoli (Massa); laghi del Gargano di lesina e Varano, Lazio Sabaudia e Fondi. I laghi costieri sono importanti per la pesca, meno per il turismo perché sono pieni di zanzare.

Questa voce è stata pubblicata in Geografia, Visite guidate. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...